Bmw M5 M Performance: a tutto carbonio

5 novembre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Al Sema di Las Vegas debutta la linea di parti speciali dedicata alla M5. A una nutrita serie di componenti in fibre composite si affiancano un assetto hard e uno scarico di derivazione racing.
Bmw M5 M Performance: a tutto carbonio

Anteprima al Sema

Bmw M5 M Performance: a tutto carbonio

Al Sema di Las Vegas, il più importante Salone al mondo dedicato al tuning e alle personalizzazioni a quattro ruote, la Bmw ha presentato i nuovi accessori della linea M Performance dedicati alla M5. Un’anteprima affiancata dall’unveiling della M3 30 Years American Edition. Una versione speciale allestita per celebrare i 30 anni di storia del modello, giunto alla quinta generazione.

Freni carboceramici evoluti

L’M5, derivata dalla più recente generazione della Serie 5, presentata nel 2016, beneficia di una nutrita serie di componenti in carbonio quali le minigonne, lo splitter, l’estrattore e svariate proposte di spoiler posteriore. Fibre composite protagoniste anche in abitacolo, dove spiccano gli inserti per la plancia, il volante – rivestito in Alcantara – e il tunnel. Sotto il profilo meccanico, la “cura” M Performance porta in dote un assetto più rigido, freni carboceramici evoluti e uno scarico di derivazione racing. Immutati il V8 4.4 biturbo a iniezione diretta della benzina da 600 Cv e 750 Nm di coppia, il sistema di trazione integrale M xDrive, regolabile secondo cinque modalità, il differenziale attivo M e il cambio automatico Steptronic a 8 marce del tipo mediante convertitore di coppia.

Interni dedicati alla bandiera USA

Bmw M5 M Performance: a tutto carbonio

Impossibile non notarla. La M3 30 Years American Edition è caratterizzata dalla livrea Frozen Red II Metallic, ispirata a una tinta storicamente presente nei listini della M3, vale a dire l’Henna Red, e da rivestimenti in pelle che richiamano i colori della bandiera statunitense. La base meccanica è una M3 Competition Package, quindi dotata del consueto 6 cilindri in linea 3.0 biturbo a iniezione diretta della benzina portato da 431 a 450 Cv grazie a un upgrade tanto dell’elettronica quanto del sistema d’aspirazione. Propulsore, nel dettaglio, caratterizzato da condotti più rettilinei rispetto allo standard che si accompagnano all’ormai classico intercooler “indiretto”, deputato a refrigerare l’aria direzionata alle camere di combustione prima che entri nel compressore e, quindi, venga ulteriormente raffreddata dal tradizionale scambiatore di calore. Un motore abbinato, nello specifico, a un cambio manuale a 6 marce.

Cerchi in lega dorati

Bmw M5 M Performance: a tutto carbonio

Ispirata alla M3 E30 (d’inizio Anni ’90) impegnata nel DTM, vale a dire il Campionato turismo tedesco, la 30 Years American Edition adotta cerchi in lega dorati anteriori da 19 pollici e posteriori da 20 pollici, un impianto di scarico sportivo, alettone e splitter in carbonio nonché inserti in fibre composite per la plancia e l’abitacolo. Verrà commercializzata in serie limitata a pochi esemplari al prezzo di oltre 130.000 dollari (circa 120.000 euro).

Bmw M5 M Performance: a tutto carbonio