Consumi carburante: alcuni utili consigli

6 August 2018
a cura di Redazione Automobilismo
Semplici ma importanti strategie non solo per ridurre i consumi di carburante ma anche per spendere meno al momento del rifornimento alla pompa.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/2

    Diciamoci la verità, in un Paese dove la componente fiscale rappresenta praticamente il 65% dell’intero costo del carburante, la ricerca e l’attuazione di strategie per la riduzione del consumo di carburante e per l’abbattimento dei prezzi d’acquisto è un qualcosa di assolutamente necessario. A maggior ragione in questo periodo di vacanze dove il grande esodo, i maggiori chilometri percorsi e i consueti rincari estivi alla colonnina fanno inevitabilmente schizzare in alto tanto i consumi di carburante quanto la spesa che gli italiani sono costretti a sostenere per poter muoversi liberamente o andare in vacanza. Cercheremo quindi qui di darvi qualche consiglio, suggerimento, strategia o stile di guida che vi possa permettere di ridurre fino al 13% i consumi della vostra auto con un netto vantaggio per il vostro portafogli.

    Occhio al prezzo

    Partiamo dai consigli utili a pagar meno questo tanto odiato ma allo stesso tempo utile “oro nero”. Per prima cosa vi consigliamo di effettuare una ricerca attenta del o dei distributori che forniscono le migliori offerte. Per farlo potete affidarvi comodamente da casa a delle App sul vostro smartphone e cercare il benzinaio vicino a voi più economico oppure programmare a quale benzinaio fermarvi durante il vostro viaggio nel caso in cui un pieno non dovesse bastare a raggiungere la meta prefissata. La ricerca deve naturalmente portare a dei benefici e il benzinaio meno caro non deve essere troppo distante dal vostro punto di partenza se non si rischia di vanificare il vantaggio iniziale. Quindi, assolutamente sconsigliati i rifornimenti in autostrada, perché più cari anche del 9-10% rispetto a quelli in città, mentre fortemente consigliate le “pompe bianche”, cioè quei benzinai senza logo, e scegliere sempre il “fai da te”, perché fa risparmiare anche 10-15 centesimi al litro.

    Stile di guida

    A questi consigli seguono alcuni suggerimenti utili a far consumare meno la vostra vettura. Per prima cosa non va trascurato lo stile di guida: si perché il modo in cui guidiamo la nostra auto è no dei fattori più importanti dal punto di vista dei consumi di carburante. E’ un po' come dire che siamo noi uno dei maggiori “player” in questa accesa partita contro l’abbattimento dei consumi di carburante. Quindi, bandite le inutili e continue accelerazioni, le riprese a gas spalancato, i continui accelera e frena o gli eccessi di velocità. Tutte abitudini che portano a un netto aumento nei consumi finali del vostro veicolo. Con questo non stiamo dicendo di andare talmente piano da essere d’intralcio alla comune circolazione ma di essere dolci sui comandi della vostra vettura e quindi di premere con delicatezza il pedale del gas e di prevenire quello che sta succedendo in strada, accelerando solo quando serve e rilasciando il pedale dell’acceleratore con buon anticipo rispetto al momento in cui si andrà a frenare. Insomma, non si è in pista e non si sta tentando il record del circuito.

    Consumi carburante: alcuni utili consigli

    Occhio al freno

    Secondariamente si dovrebbe prendere l’abitudine di sfruttare il sistema Start&Stop o comunque di spegnere il motore ogni qualvolta ci si ferma in sosta per almeno 30 secondi. E’ un’abitudine difficile da imparare e che può sembrare essere inutile ma alla lunga anche questa influisce e non poco sui consumi finali. In terzo luogo bisogna assicurarsi di aver sempre abbassato del tutto la leva del freno a mano e di non viaggiare con il piede sinistro appoggiato ne sulla frizione ne sul freno. Se, infatti, nel caso del freno a mano o del pedale del freno a risentirne sarebbero non solo i consumi ma anche l’usura dei freni stessi, nel caso della frizione a risentirne oltre ai consumi sarebbe anche la stessa frizione con un’usura anche in questo caso precoce.

    Ordinaria manutenzione

    Non vanno poi dimenticati gli pneumatici e l’assetto o geometria delle ruote. Viaggiare, infatti, con pneumatici sgonfi e con assetto delle ruote fuori fase, non solo non è per niente sicuro ma anzi pericoloso, ma innesca inevitabilmente un maggiore consumo in primis degli pneumatici stessi e in secondo luogo di carburante perché il motore è soggetto a un maggiore sforzo per compiere lo stesso tipo di lavoro. Inoltre, come spesso si sente dire nella ricerca delle prestazioni massime, ogni chilo di troppo non fa altro che peggiorare le performance della vettura e questo è vero anche sul fronte dei consumi quindi prima di partite assicuratevi che non vi stiate portando dietro del peso inutile. Stesso discorso sul fronte aerodinamico, ogni oggetto o appendice che disturba in modo negativo l’aerodinamica della nostra vettura porta inevitabilmente a un maggiore consumo quindi aboliti tutti i box da tetto, i portapacchi, i portasci, i finestrini abbassati specie in autostrada o gli alettoni (profili alari, spoiler, ecc) montati aftermarket giusto per dare un “tono” alla nostra vettura. Chiudiamo ricordandovi che una buona messa a punto e un’ottima manutenzione sono la soluzione migliore per permettere al vostro motore di girare al meglio, in maniera efficiente e di esprimere il massimo del suo potenziale. Condizioni che non faranno altro che abbattere i consumi di carburante del vostro viaggio.