Koenigsegg Agera RS: è l’auto più veloce al mondo

9 novembre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Toccando i 447,2 km/h, la hypercar svedese ha conquistato il record di vettura di serie più veloce del Pianeta. Merito del V8 5.0 biturbo Ford da 1.360 Cv e della raffinata aerodinamica.
Koenigsegg Agera RS: è l’auto più veloce al mondo

Sopravanzata la Bugatti Veyron

Koenigsegg Agera RS: è l’auto più veloce al mondo

Koenigsegg ci ha preso gusto. Dopo aver fatto registrare il nuovo record sullo 0-400-0 km/h, strappandolo alla Bugatti Chiron, il costruttore svedese si è spinto oltre, conquistando con la hypercar Agera RS il primato di vettura di serie più veloce del Pianeta.

Hennessey Venom GT a 435 km/h

Nel 2010, l’antenata della Bugatti Chiron, vale a dire la Veyron Super Sport, aveva toccato i 431 km/h. Quattro anni più tardi, la Hennessey Venom GT, supercar d’origine statunitense, ha inchiodato il tachimetro a 435 km/h. Un record, a dire il vero, mai convalidato, dato che ottenuto al Kennedy Space Centre di Cape Canaveral (Florida), dove la Nasa non consentì di percorrere il rettilineo in entrambe le direzioni; condizione imprescindibile per calcolare la velocità media e ottenere la validazione dei risultati. Ora, però, c’è un nuovo sceriffo in città. La Koenigsegg Agera RS che, con 447,2 km/h, è la nuova vettura di serie più veloce al mondo.

Punte massime di 468 km/h

I 447,2 km/h non sono il top raggiunto dalla hypercar svedese. Durante i tentativi effettuati in Nevada tra Las Vegas e Pahrump, infatti, la Agera RS ha fatto registrare punte massime di 468 km/h, complici la raffinata aerodinamica e la strabordante potenza (1.360 Cv) a disposizione della versione RS Gryphon, mossa da un V8 5.0 biturbo Ford – il medesimo propulsore della One:1 – abbinato a una trasmissione sequenziale a 7 rapporti. Forte di ammortizzatori a gas Öhlins tipo push-rod regolabili elettronicamente dall’abitacolo, del controllo della trazione con 5 diversi setting, dell’impianto frenante carboceramico e della struttura semi-monoscocca in carbonio con rinforzi in Kevlar e alluminio alveolare abbinata alla carrozzeria in fibre composite, la supercar francese è stata guidata, come consueto, dal collaudatore Niklas Lilja.