Mercedes: a Ginevra con l'ibrido diesel

8 March 2018
a cura di Redazione Automobilismo
La soluzione ibrido plug-in renderà ancor più efficiente ed ecologico il già prestazionale motore diesel OM654.
Mercedes: a Ginevra con l'ibrido diesel

Alla kermesse svizzera la Casa di Stoccarda ha per l'ennesima volta chiarito il suo punto di vista sul diesel. Questa motorizzazione, ultimamente bersaglio di numerose accuse, è per il Brand della Stella una soluzione ancora molto valida e per niente arrivata al capolinea. Lo dimostra la presentazione della tecnologia ibrido plug-in di terza generazione, un ibrido con presa di ricarica che fa affidamento sulla collaborazione tra un motore elettrico e un motore termico non benzina ma diesel.

Mamma che coppia!

In linea con la filosofia di elettrificare quanto più possibile ogni modello in gamma, la Mercedes introdurrà questa nuova variante inizialmente sulle nuove Classe C e classe E. Alla base di tutto vi è il già prestazionale ed efficientissimo OM654, il propulsore 4 cilindri da 2.0 litri turbodiesel capace di ben 194 CV e 400 Nm che ha saputo far parlare di se per gli ottimi valori di efficienza, consumi ed emissioni. Il motore a gasolio è quindi abbinato al cambio automatico a convertitore di coppia e 9 rapporti (9G-Tronic) che al suo interno introduce l'unità elettrica - prodotta da Mercedes insieme a Bosch - da 122 CV e 440 Nm. L'unione dei due motori genererà una coppia massima di addirittura 700 Nm a 1.400 giri/min mentre per quanto concerne la potenza massima il dato ufficiale non è ancora stato divulgato.

Mercedes: a Ginevra con l'ibrido diesel

Ora si inizia a ragionare

Il motore elettrico trarrà il suo sostentamento da una innovativa batteria al litio-nickel-manganese-cobalto (Li-NMC) che, a pari ingombro, è in grado di erogare 13,5 kWh totali e 15 Ah in più rispetto alla precedente tecnologia (LiFePo), arrivando al risultato di 37 Ah totali. Numeri che in soldoni si traducono in una velocità massima di 140 km/h e in un'autonomia di 50 km, entrambe in modalità solo elettrica. Batteria che potrà essere ricaricata, sfruttando il caricabatterie da 7,2 kW presente a bordo e la Wallbox da 22 kW, in sole 2 ore oppure dalla presa domestica in ben 7 ore.

Mercedes: a Ginevra con l'ibrido diesel

Grande fratello

Per rendere ancor più ecologici ed economici questi nuovi motori ibridi a gasolio, la Mercedes ha introdotto in prima battuta l'acceleratore dal feedback attivo, che applica una resistenza maggiore alla pressione del pedale quando necessario, e in secondo luogo il sistema ECO Assist che, affidandosi ai sensori di bordo, alle telecamere e al sistema di navigazione, suggerisce al guidatore la giusta strategia di guida da adottare.

Matteo Di Lallo