Nuova Porsche 911 (992): prime foto spia senza veli

7 August 2018
a cura di Redazione Automobilismo
Più bassa, larga e muscolosa, la 992 adotterà solamente motori turbo e anche una variante ibrida. Nessuna versione elettrica almeno per ora.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/3

    Sono apparse in rete le prime foto senza veli della nuova Porsche 911. La Serie 992 è stata, infatti, immortalata completamente priva di camuffature e questo ci fa ben pensare che potremmo trovarci di fronte al design definitivo della sportiva di Zuffenhausen. Ma cerchiamo di riassumere quali saranno le differenze e quali le novità rispetto all’attuale generazione.

    Piccole novità estetiche

    La sportiva tedesca, attesa per la fine dell’anno, è pronta a debuttare con la Serie 992. Si tratta, pensate, della ottava generazione di Porsche 911, una storia lunga e ricca di successi che ha sempre visto la “sederona” evolversi senza mai stravolgersi. A ben guardare questi primi scatti senza veli anche questa nuova 911 non dovrebbe tradire questa filosofia e anzi riproporre una silhouette molto simile alla precedente tradizione ma aggiornata in funzione delle novità viste sulle Porsche più recenti. Il posteriore sembra ora leggermente più alto da terra ed integra i nuovi e sottilissimi fari led, uniti da una sottile striscia luminosa simile a quella già vista sulle Cayenne e Panamera. La griglia sul cofano motore è stata, invece, modificata e si ispira ora alla 911 3.0 del 1976. All’anteriore, infine, troviamo un cofano motore più basso che ricorda molto quello della 911 originale.

    Nuova Porsche 911 (992): prime foto spia senza veli

    Ancora più larga e rigida

    Per il resto il design degli esterni non sembra aver subito altri stravolgimenti anche se la 992 sembra ancora più muscolosa e larga. Il merito dovrebbe essere senza ombra di dubbio della piattaforma MMB evoluta che ha consentito ai tecnici Porsche non solo di fare largo uso di alluminio e metalli ad alta resistenza, materiali in grado di far aumentare la rigidità strutturale, ma anche di allargare ulteriormente le carreggiate della vettura. Insomma, una vera e propria divora cordoli. Negli interni, invece, il cambiamento dovrebbe riguardare unicamente la parte di infotainment con l’introduzione di un sistema simile a quello del restyling della Macan.

    Solo motori turbo

    Ma la vera novità la troveremo sotto pelle. Tranquilli la dislocazione del motore rimarrà a sbalzo ma la nuova 911 dirà totalmente addio ai motori aspirati per far posto a soli motori 6 cilindri boxer con turbocompressore. Le potenze di ingresso dovrebbero aggirarsi intorno ai 370/380 CV per la Carrera e intorno ai 435 CV per la Carrera S. Anche le GT3 e GT3 RS, le uniche ancora aspirate, riceveranno nuovi motori sovralimentati con potenze superiori ai 500 CV. Arriverà poi una variante ibrida, spinta forse al 4 cilindri di 718 Boxster e Cayman e da un piccolo elettrico, che dovrebbe sfiorare i 700 CV di potenza massima. Niente da fare, invece, per una variante totalmente elettrica.