Porsche Taycan: ulteriori collaudi al Nurburgring

30 August 2018
a cura di Redazione Automobilismo
Sul circuito tedesco del Nurburgring Nordschleife il berlinone tedesco a batteria sta macinando ulteriori chilometri di test in vista del debutto fissato per la fine del 2019.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/7

    I nostri attentissimi fotografi hanno immortalato un esemplare quasi definitivo della futura Porsche Taycan intenta a macinare chilometri sul famosissimo Inferno Verde in vista degli intensissimi collaudi finali pre debutto sul mercato. Questa volta però siamo in grado di proporvi non solo degli scatti fotografici ma persino un video che riprende la berlinona premium elettrica in azione sul tortuoso tracciato tedesco. Intanto però rivediamo insieme come è fatta la futura Porsche Taycan.

    Inedito powertrain a 800 Volt

    Sotto la pelle della prima Porsche elettrica troveremo due motori elettrici sincroni a magneti permanenti, uno per ogni asse della vettura, capaci di sviluppare la bellezza di 600 CV (440 kW) grazie ad avvolgimenti realizzati con fili di rame a sezione rettangolare anziché tonda, per ottenere una maggior sezione di passaggio di corrente in minor spazio, aumentando coppia e potenza. A dar da mangiare ai due motori ci penserà l’inedito pacco batterie agli ioni di litio ad alta tensione (270 Wh/kg), integrato sul fondo della vettura per migliorare la distribuzione dei pesi e non rubare spazio all'interno, con tensione elettrica di ben 800 Volt, capace di garantire un'autonomia superiore ai 500 km (NEDC). Lo stesso pacco batterie, formato da 400 celle, ciascuna da 4 V, collegate in serie e in parallelo, sarà, inoltre, facilmente ricaricabile tramite le colonnine CCS (Combined Charging System) da 350 kW che le consentiranno di ripristinare in soli 15 minuti una carica sufficiente per percorrere circa 400 km.

    Porsche Taycan: ulteriori collaudi al Nurburgring

    Fast Charge

    Una tempistica resa possibile non solo grazie all’elevata potenza delle colonnine ma anche grazie all’adozione del powertrain a 800 Volt che se da un lato permette di utilizzare cavi elettrici di sezione inferiore, riducendo il peso della vettura, dall’altro consente di velocizzare le fasi di ricarica. La scelta, infine, di dotare ogni asse con il proprio motore elettrico ha permesso di realizzare una sorta di trazione integrale a gestione elettronica che consente alla Taycan di bruciare lo 0-100 km/h in soli 3,5 secondi e di raggiungere i 200 km/h da fermo in meno di 12 secondi.

    Esordio a Ginevra

    Presentata come concept Mission E, la Porsche Taycan è pronta a sbarcare sul mercato entro la fine del 2019 ma l’esordio potrebbe avvenire già nel mese di marzo 2019 al Salone di Ginevra, non prima però di aver portato a termine milioni di chilometri di test e collaudi intensivi nelle condizioni climatiche più proibitive. Si perché, a detta della stessa Porsche, la Taycan sarà un modello estremamente importante per il Marchio che punterà ad accaparrarsi buona parte degli attuali clienti della 911.